Prossimi Seminari

Martedì 02 Mag ore 10:00
presso Seminario II
seminario di analisi numerica
nell'ambito della serie
Topics in Mathematics 2016/2017
"Il Metodo degli Elementi Virtuali per l'approssimazione di problemi di equazioni alle derivate parziali"
Carlo Lovadina , Dipartimento di Matematica, Università degli Studi di Milano Via Cesare Saldini 50, 20133 Milano , Email: carlo.lovadina@unimi.it , Web: http://www.mat.unimi.it/users/lovadina/
Martedì 02 Mag ore 14:00
presso Seminario II
seminario di analisi numerica
nell'ambito della serie
Topics in Mathematics 2016/2017
"Applicazione del Metodo degli Elementi Virtuali ad alcuni problemi della Meccanica del Continuo".
Carlo Lovadina , Dipartimento di Matematica, Università degli Studi di Milano Via Cesare Saldini 50, 20133 Milano , Email: carlo.lovadina@unimi.it , Web: http://www.mat.unimi.it/users/lovadina/
Martedì 02 Mag ore 14:30
presso Aula Arzelà
seminario di algebra e geometria
On the topology of the representation variety of a punctured surface group in PSL(2,R)
Gabriele Mondello
Goldman classified the connected components of the representation variety of a closed surface group in PSL(2,R) and Hitchin described the topology of the components with nonzero Euler number. In this talk I will describe how to perform a similar analysis for surfaces with punctures, thus detecting the topology of the representation variety in PSL(2,R) with assigned peripheral monodromy and nonzero Euler number. We follow Hitchin's strategy and we exploit Simpson's correspondence between representations of punctured surface groups and parabolic Higgs bundles.
Martedì 02 Mag ore 16:00
presso Aula Cremona
seminario interdisciplinare
Professione Matematico
Monia Tomassini
Sei giovani neo laureati vengono a raccontare agli studenti del corso di laurea e a tutti gli interessati la loro esperienza lavorativa.
Martedì 02 Mag ore 16:00
presso Aula Cremona
seminario interdisciplinare
Professione Matematico
Martina Valeri
Sei giovani neo laureati vengono a raccontare agli studenti del corso di laurea e a tutti gli interessati la loro esperienza lavorativa.
Mercoledì 03 Mag ore 15:00
presso Aula Vitali
seminario di finanza matematica
Alta Formazione in Finanza Matematica: presentazione didattica e testimonianze
Alessandro Gianfelici
Mercoledì 03 Mag ore 15:00
presso Aula Vitali
seminario di finanza matematica
Alta Formazione in Finanza Matematica: presentazione didattica e testimonianze
Mercoledì 03 Mag ore 15:00
presso Aula Vitali
seminario di finanza matematica
Alta Formazione in Finanza Matematica: presentazione didattica e testimonianze
Pier Paolo Chiurchiù
Giovedì 04 Mag ore 16:00
presso Seminario II
seminario di analisi matematica
The Harnack inequality for several classes of sub-elliptic operators.
Erika Battaglia
In this seminar some recent results concerning Harnack inequalities will be presented for several classes of sub-elliptic operators. We will start by considering a class of sub-elliptic operators, in divergence form, with low-regular coefficients under global doubling and Poincaré assumptions; for these operators a non-homogeneous invariant Harnack inequality will be shown. As a consequence, we will prove the solvability of the Dirichlet problem (in a suitable weak sense). In the second part, we will consider a class of hypoelliptic non-Hormander operators for which we have been able to construct a Green function; with a completely different approach with respect to the case of doubling metric spaces, we will conclude by showing (by means of techniques of Potential Theory) how the solvability of the Dirichlet problem has been a fundamental tool in order to prove a homogeneous Harnack inequality in the framework of harmonic spaces.
Lunedì 08 Mag ore 12:00
presso Seminario II
seminario di analisi matematica
Alexandrov, Serrin, Weinberger, Reilly: symmetry and stability
Rolando Magnanini
Il Soap Bubble Theorem (SBT) stabilisce che una superficie compatta con curvatura media costante è una sfera. Per dimostrare questo risultato, A. D. Alexandrov ha inventato il suo principio di riflessione, che è stato in seguito perfezionato da J. Serrin nel metodo dei piani mobili, per ottenere la simmetria radiale per una classe di problemi sovra-determinati. H. F. Weinberger ha fornito una dimostrazione del risultato di Serrin basata su alcune identità e disuguaglianze integrali. R. C. Reilly ha infine fatto vedere come il metodo di Weinberger può essere usato per ottenere un'altra dimostrazione del SBT. Nel mio seminario, seguendo le orme di Weinberger e Reilly, farò vedere come i due risultati di simmetria discendano da due identità integrali per la rigidità torsionale di una sbarra. Le due identità saranno poi usate per ottenere risultati di stabilità della configurazione sferica nei due problemi ed in altri problemi analoghi.
Martedì 09 Mag ore 12:00
presso Aula Arzelà
seminario di algebra e geometria
Combinatorial Vector Field Dynamics
Tomasz Kaczynski
Forman's discrete Morse theory is an analogy of the classical Morse theory with informal ties numerically explored by computational geometry and visualization communities. In his 1998 paper on "Combinatorial vector fields and dynamical systems", Forman extends his discrete theory to non-gradient combinatorial vector fields with the aim of investigating periodic trajectories. However, his concept of V-paths des not suit analysis of asymptotic dynamics. We extend V-paths so to fill that gap and continue with dynamical attributes such as isolated invariant sets, index pairs, and Morse decomposition. The ultimate goal is to establish a formal tie between continuous and combinatorial vector fields on the level of dynamical systems. This is a joint work with M. Mrozek and Th. Wanner.
Martedì 09 Mag ore 14:30
presso Aula Pincherle
seminario interdisciplinare
Matematica, Scienza dei Dati, Scienza dei Sistemi Complessi: la nuova alleanza dell’era digitale
Mario Rasetti
COLLOQUIO DI DIPARTIMENTO C’è una rivoluzione in corso, la rivoluzione digitale: la quantità di dati che produciamo raddoppia ogni anno; nel 2016 abbiamo generato tanti dati quanti ne erano stati prodotti nell’intera storia dell’umanità fino al 2015. Con IoT (Internet of Things) entro 10 anni avremo 150 miliardi di sensori connessi in rete, 20 volte più che il numero di persone sulla Terra. Allora la quantità di dati raddoppierà ogni 12 ore. È la quinta rivoluzione dell’IT: dopo i grandi computer, i pc, internet e il web 1.0, i cellulari e il web 2.0, i Big Data – una rivoluzione dovuta allo tsunami di dati, dove tutto quello che facciamo lascia una traccia digitale. Una rivoluzione paragonabile a quella avvenuta con l’invenzione della stampa. I bits faranno molto più di quanto i caratteri mobili di Gutenberg abbiano fatto in termini di spostamento degli equilibri del potere e di trasferimento della conoscenza dalle mani di pochi a comunità sempre più allargate. L’intelligenza artificiale sta facendo progressi impensati, soprattutto attraverso l’analisi dei dati. L’AI non si programma più riga per riga, ma è ora capace di imparare e di automigliorarsi continuamente: sono ormai standard algoritmi in grado di completare compiti che richiedono ‘intelligenza’ meglio degli uomini. Fra il 2020 e il 2060 i super-computer sorpasseranno le capacità umane in moltissime aree. In questo quadro, da un lato i Big Data dall’altro l’AI impongono compiti di manipolazione dei dati che sono strenui sia per la computer science (nuovi paradigmi computazionali; computazione interattiva; la sfida del 'beyond Turing') che per la 'data analytics' (nuove metodologie di approccio al 'data mining'; analisi dei dati topologica; inferenza causale non lineare) per affrontare problemi complessi, nelle scienze di base (scienze della vita, clima, scienze della terra, …) come in quelle sociali, con la data science (A.I., data mining, machine learning, deep learning, teoria topologica del campo dei dati) e la scienza della complessità (teoria delle reti). Ne segue la necessità di una nuova, forte alleanza che combinando metodi e conoscenze della fisica statistica, della matematica, della computer science permetta alla scienza di affrontare in modo vincente questa sfida epocale. Mario Rasetti è Professore Emerito di Fisica Teorica al Politecnico di Torino ed è Presidente di ISI Foundation, Torino e ISI Global Science Foundation, New York.
Giovedì 11 Mag ore 16:00
presso Seminario II
On the homogeneous Dirichlet problem for the subelliptic eikonal equation
Paolo Albano
abstract: We consider the subelliptic eikonal equation, i.e. the eikonal equation associated with a family of (real) smooth vector fields satisfying the Hoermander bracket generating condition on a neighborhood of an open bounded set with smooth boundary. We study the regularity and the singularities of the viscosity solution of the homogeneous Dirichlet problem for such an equation.
Martedì 16 Mag ore 11:00
presso Aula Arzelà
seminario di algebra e geometria
From sets to categories: exponentials and subobject classifiers
Maria Manuel Clementino
IIn this presentation, an introduction of topos theory will be exposed. To this aim it will be shown how the category of sets and functions can be considered an elementary topos.
Venerdì 19 Mag ore 11:00
presso Aula Arzelà
seminario di algebra e geometria
Simple reflections, revisited.
Maria Manuel Clementino
We present a notion of simple monad that generalises the notion of simple reflection of Cassidy-Hebert-Kelly to order-enriched categories, and study the factorisations they induce. These factorisations are lax orthogonal and can be characterised by a cancellation property. We will show that filter monads on topological T0-spaces are simple, and show that the factorisations they induced, are lax orthogonal.