Prossimi seminari del Dipartimento di Matematica


30
Apr

Martedì
Margherita Porcelli
Interior Point Methods for Linear, Quadratic and Nonlinear Programming

nel ciclo di seminari: MARGHERITA PORCELLI

seminario di analisi numerica

 ore 09:00
 presso - Aula Da Stabilire -

30
Apr

Martedì
Andrea Brini
Elementi centrali in U(gl(n)) , funzioni Shifted Simmetriche, Basi di Sahi/Okounkov/Schur, immananti quantici e immananti di Capelli (parte seconda)

seminario di algebra e geometria

 ore 11:00
 presso Seminario II
ll centro ζ(n) dell’inviluppo universale U(gl(n)) è isomorfo all’algebra ∧∗(n) dei polinomi shifted-simmetrici, via l’isomorfismo di Harish Chandra. L’algebra ∧∗(n)ammette una base (lineare) molto rilevante, costituita dai polinomi di Schur shifted-simmetrici, scoperti e caratterizzati da Kostant e Sahi, poi studiati sistematicamente da Okounkov, Olshanski et al. ll problema di descrivere/studiare gli elementi centrali in U(gl(n)) che corrispondono ai polinomi di Schur shifted-simmetrici è stato studiato da Okounkov in una serie lavori, tramite la nozione di immanante quantico. Gli immananti quantici sono elementi di ζ(n) assai difficilmente trattabili, come commentato dallo stesso Okounkov. Si è sviluppata una teoria sistematica degli immananti quantici e del centro ζ(n) basata sulla nuova nozione di immanante di Capelli in U(gl(n)). Gli immananti di Capelli sono una generalizzazione sia degli immananti classici (Littlewood/Richardson, 1934) di una matrice ad entries commutativi, sia del celebre determinante di Capelli in U(gl(n)), sono efficacemente trattabili, e formano un sistema di generatori lineari (compatibili con la filtrazione naturale di U(gl(n)). Gli immananti quantici di Okounkov risultano semplici combinazioni lineari di immananti di Capelli. ll passaggio al limite n→ ∞ per ζ(n) e ∧∗(n) si descrive esplicitamente come limite diretto rispetto alla decomposizione/proiezione Olshanski.

02
Mag

Giovedì
Salvatore Cuomo
Collocation Methods based on Radial Basis Functions with Applications

seminario di analisi numerica

 ore 14:00
 presso Seminario I
The Radial Basis Function (RBF) numerical methods are widely adopted methodologies for solving Partial Differential Equations (PDEs) via collocation schemes. These approaches do not require data structures and are generally known as meshfree methods. In this research field, an important issue to be addressed is related to the accuracy of the computed solution that may suffers from instability due to the ill-conditioning of the interpolation matrices. In this talk, the RBF collocation methods will be discussed for three case studies: i) the source-type flows in porous media problems; ii) a financial application to option pricing; iii) the implicit surface reconstruction.

02
Mag

Giovedì
Lucia Romani
Subdivision schemes and numerical linear algebra

nell'ambito della serie: TOPICS IN MATHEMATICS 2018/2019

 ore 14:30
 presso Aula Enriques
This talk is devoted to the topic of subdivision schemes, a special class of iterative methods for generating continuous curves and surfaces via the recursive application of suitable local refinement rules to a coarse initial set of prescribed control points. Due to their efficiency and simplicity of implementation, subdivision schemes are ones of the most used representation models in computer graphics and animation. Recently, they have shown their usefulness also in different areas of application like biomedical imaging and isogeometric analysis. Important tools for both the construction of linear subdivision schemes and the analysis of their properties are provided by classical numerical linear algebra techniques or adequate modifications of them. In particular, the construction of interpolatory subdivision schemes capable of generating curves and surfaces that pass through the initial set of prescribed control points, relies on algebraic strategies that differ according to the symmetry properties of the underlying refinement rules. The goal of this talk is to show some of the constructive strategies proposed in the literature for the subclass of stationary, odd- and even-symmetric, interpolatory subdivision schemes of arbitrary arity.

02
Mag

Giovedì
Salvatore Cuomo
Metodi di collocazione RBF con applicazioni

seminario di analisi numerica

 ore 16:00
 presso Seminario I
The Radial Basis Function (RBF) numerical methods are widely adopted methodologies for solving Partial Differential Equations (PDEs) via collocation schemes. These approaches do not require data structures and are generally known as meshfree methods. In this research field, an important issue to be addressed is related to the accuracy of the computed solution that may suffers from instability due to the ill-conditioning of the interpolation matrices. In this talk, the RBF collocation methods will be discussed for three case studies: i) the source-type ows in porous media problems; ii) a financial application to option pricing; iii) the implicit surface reconstruction.

06
Mag

Lunedì
Luca Giudici
Dalle coordinate alla equivalenza: la conquista di von Neumann: I parte

nell'ambito della serie: TOPICS IN MATHEMATICS 2018/2019

 ore 14:30
 presso Aula Vitali
Da uno spazio vettoriale V si ricava il sistema dei sottospazi lineari L, ordinato per inclusione, e l'anello degli endomorfismi R. Escludendo dim(V)<3, e con cura se dim(V)=3, seguendo von Staudt da L si ricostruisce V, e seguendo Birkhoff / Menger si caratterizza L, ma NON si ha una equivalenza. Generalizzando a moduli (o oggetti abeliani) V tali che ogni endomorfismo ha nucleo e immagine sommandi diretti, seguendo von Neumann si ha una equivalenza tra R e L, che si caratterizzano come anelli con inversa generalizzata (ogni x ha un y tale che xyx=x) e reticoli modulari complementati, con un sistema di unità matriciali di ordine n>2 in R e una base omogenea di ordine n in L (arguesiano se n=3). Il contesto generale chiarisce che V si ricostruisce solo a meno di equivalenze di Morita. L'equivalenza di von Neumann è archetipica per studiare altri casi. Due sono notevoli: [1] Partendo da uno spazio di Hilbert H, si ha una equivalenza tra gli anelli con involuzione A di operatori lineari continui tali che A=A'' (dove X' indica l'anello degli operatori che commutano con ogni x in X) e gli associati poset con involuzione P(A) delle proiezioni (idempotenti autoaggiunti, ordinati per divisibilità ef=e, con 1-e ortocomplemento di e), sempre escludendo i casi in cui una immagine omomorfa sia del tipo escluso sopra per V. Per i fondamenti logici della meccanica quantistica (i casi esclusi hanno intepretazione logico - quantistica della loro esclusione), von Neumann era particolarmente interessato al sottocaso indecomponibile (e=0,1 le uniche proiezioni che danno una decomposizione diretta) e ``finito'' (xy=1 implica yx=1 in A, ovvero P(A) modulare): von Neumann caratterizza P(A) come geometria continua con ortogonalità che permette libera mobilità e univocamente determina una probabilità di transizione; A è l'anello degli elementi limitati (sottoanello generato dalle proiezioni) dentro l'anello R associato a L=P(A). [2] Altri tipi di moduli (o oggetti abeliani) V ammettono una equivalenza come sopra, per esempio il caso di Baer - Inaba - J\'onsson / Monk dei moduli su anelli artiniani a ideali principali, caso che include i gruppi abeliani finiti e gli spazi vettoriali finito dimensionali con l'azione di una trasformazione lineare o antilineare. Se l'equivalenza per un singolo V è rara, accade invece sempre che una catagoria abeliana di vari V si ricostruisca dal reticolo associato. Il risutato finale (combinando Freyd - Mitchell per categorie abeliane e il teorema di G. Hutchinson per i reticoli) è che tre teorie in tre diversi linguaggi permettono di fare le stesse cose: (algebra lineare classica) moduli su un anello (algebra lineare moderna) categorie abeliane (geometria d'incidenza sintetica moderna) reticoli modulari con 0 in cui gli elementi sono raddoppiabili: $\forall x\exists y,z$: $x\vee y=y\vee z=z\vee x$ & $x\wedge y=y\wedge z=z\wedge x=0.$

07
Mag

Martedì
Paolo Aceto
Cobordismi razionali e omologia intera Parte I

seminario di algebra e geometria

 ore 11:00
 presso Aula Vitali
Nella prima parte introdurremo alcune nozioni basilari della "topologia in dimensione 3.5", e in particolare il gruppo di concordanza per nodi, i gruppi di cobordismo intero e razionale, e le loro relazioni. Richiameremo quindi la classificazione degli spazi lenticolari a meno di cobordismo razionale. Nella seconda parte enunceremo alcuni risultati; in particolare dimostreremo che all'interno del sottogruppo dei lenticolari e' sempre possibile trovare rappresentanti la cui omologia a coefficienti interi si inietta nell'omologia di ogni altro elemento nella classe. Discuteremo infine alcune conseguenze. Tra queste, alcuni risultati di struttura per il gruppo di cobordismo razionale, criteri di divisibilita' per concordanze per nodi a 2 ponti e stime per il problema di Berge razionale ottenute applicando l'omologia di Heegaard Floer per nodi.

07
Mag

Martedì
Margherita Porcelli
Interior Point Methods for Linear, Quadratic and Nonlinear Programming

nel ciclo di seminari: MARGHERITA PORCELLI

seminario di analisi numerica

 ore 11:30
 presso - Aula Da Stabilire -

07
Mag

Martedì
Daniele Celoria
Cobordismi razionali e omologia intera II

seminario di algebra e geometria

 ore 12:00
 presso Aula Vitali
Nella prima parte introdurremo alcune nozioni basilari della "topologia in dimensione 3.5", e in particolare il gruppo di concordanza per nodi, i gruppi di cobordismo intero e razionale, e le loro relazioni. Richiameremo quindi la classificazione degli spazi lenticolari a meno di cobordismo razionale. Nella seconda parte enunceremo alcuni nostri risultati; in particolare dimostreremo che all'interno del sottogruppo dei lenticolari e' sempre possibile trovare rappresentanti la cui omologia a coefficienti interi si inietta nell'omologia di ogni altro elemento nella classe. Discuteremo infine alcune conseguenze. Tra queste, alcuni risultati di struttura per il gruppo di cobordismo razionale, criteri di divisibilita' per concordanze per nodi a 2 ponti e stime per il problema di Berge razionale ottenute applicando l'omologia di Heegaard Floer per nodi.

07
Mag

Martedì
ALBERTO SARACCO
Matematica e fumetti

seminario interdisciplinare

 ore 15:30
 presso Aula Enriques
La scienza in generale (e la matematica in particolare) sono sempre state presenti nei fumetti Disney. Nei 70 anni di storia di Topolino libretto sono apparse quasi ventimila storie sul principale fumetto Disney italiano, e ci sono quindi centinaia di storie in cui appare la matematica. In questo seminario analizzeremo i vari diversi usi della matematica all'interno delle storie di topi e paperi. Passeremo poi a descrivere la recente collana di storie scientifiche Topolino Comic&Science, a cui per la matematica hanno collaborato Roberto Natalini del CNR di Roma e il sottoscritto. Infine analizzeremo un possibile utilizzo laboratoriale nelle scuole del fumetto "Paperino e i ponti di Quackenberg" per l'apprendimento di alcuni rudimenti di teoria dei grafi, combinatoria e del concetto di dimostrazione.

08
Mag

Mercoledì
Margherita Porcelli
Interior Point Methods for Linear, Quadratic and Nonlinear Programming

nel ciclo di seminari: MARGHERITA PORCELLI

seminario di analisi numerica

 ore 11:30
 presso - Aula Da Stabilire -

09
Mag

Giovedì
Luca Calatroni
Metodi variazionali e PDE per l’elaborazione delle immagini

seminario di analisi numerica

 ore 11:00
 presso - Aula Da Stabilire -
Corso di Dottorato "Metodi variazionali e PDE per l’elaborazione delle immagini"- Cicli di seminari In this course we will present some classical and recent approaches for some problems in image reconstruction (denoising, deblurring, inpainting, shadow-removal…) formulated in terms of appropriate minimisation problems in infinite-dimensional functional spaces. We will further draw connections between these minimisation problems and parabolic Partial Differential Equations (PDEs) based on non-linear diffusion and possibly combined with transport terms. For the practical implementation of the models above, we will review standard finite difference stencils discussing their extensions to anisotropic diffusion and diffusion-transport problems. The course will be complemented by some practical MATLAB classes where simple exemplar problems will be solved by means of some reference iterative algorithms. Classical examples of imaging problems (denoising, deblurring, inpainting, segmentation..). Formulation as ill-posed inverse problems. Variational regularisation methods: regularisation term VS data fitting. Statistical interpretation: MAP estimation (2h) Sobolev spaces, standard methods in calculus of variations: a review. Total variation, the space of functions of bounded variations (2h) Second-order parabolic PDEs for image processing: heat equation, mean-curvature flow. Applications to image processing: linear VS non-linear PDEs. Regularisation of non-smoothness: lagged diffusivity. Anisotropic diffusion and diffusion-transport problems. (4h) Finite differences stencils for PDE-based imaging models. (2h) Numerical implementation and simulations in MATLAB for PDE-based models for image reconstruction (deblurring, inpainting, face fusion). (5h) Gli orari e le aule saranno specificati alla pagina web del dottorato ed inviati di volta in volta secondo il calendario 9/5: 2h (Teoria), mattina - 10/5: 2h (Teoria), mattina - 13/5: 2h (Teoria), mattina 14/5: 2h (Laboratorio), mattina 15/5: 2h (Teoria), mattina + 1h (Laboratorio), pomeriggio 16:5: 2h (Teoria), mattina - 17/5: 2h (Laboratorio), mattina

09
Mag

Giovedì
Ermanno Lanconelli
Mean value formulas and Liouville theorems

nell'ambito della serie: SEMINARI DI ANALISI MATEMATICA BRUNO PINI

seminario di analisi matematica

 ore 16:00
 presso Aula Vitali
We present several Mean Value formulas for solutions to linear second order PDEs endowed with smooth ''local fundamental solutions''. We then show how these formulas can be used to obtain Liouville Theorems for entire solutions. Our formulas are, in general, weighted average formulas. The relevant weights are ''densities with the mean value property'' a notion playing a central role in rigidity and stability problems. The results we present, related to the Mean value formulas, are obtained in collaboration with Giovanni Cupini. The ones related to the Liouville Theorems are joint works with Alessia Kogoj.

10
Mag

Venerdì
Luca Giudici
Dalle coordinate alla equivalenza: la conquista di von Neumann: II parte
 ore 14:00
 presso - Aula Da Stabilire -
Da uno spazio vettoriale V si ricava il sistema dei sottospazi lineari L, ordinato per inclusione, e l'anello degli endomorfismi R. Escludendo dim(V)<3, e con cura se dim(V)=3, seguendo von Staudt da L si ricostruisce V, e seguendo Birkhoff / Menger si caratterizza L, ma NON si ha una equivalenza. Generalizzando a moduli (o oggetti abeliani) V tali che ogni endomorfismo ha nucleo e immagine sommandi diretti, seguendo von Neumann si ha una equivalenza tra R e L, che si caratterizzano come anelli con inversa generalizzata (ogni x ha un y tale che xyx=x) e reticoli modulari complementati, con un sistema di unità matriciali di ordine n>2 in R e una base omogenea di ordine n in L (arguesiano se n=3). Il contesto generale chiarisce che V si ricostruisce solo a meno di equivalenze di Morita. L'equivalenza di von Neumann è archetipica per studiare altri casi. Due sono notevoli: [1] Partendo da uno spazio di Hilbert H, si ha una equivalenza tra gli anelli con involuzione A di operatori lineari continui tali che A=A'' (dove X' indica l'anello degli operatori che commutano con ogni x in X) e gli associati poset con involuzione P(A) delle proiezioni (idempotenti autoaggiunti, ordinati per divisibilità ef=e, con 1-e ortocomplemento di e), sempre escludendo i casi in cui una immagine omomorfa sia del tipo escluso sopra per V. Per i fondamenti logici della meccanica quantistica (i casi esclusi hanno intepretazione logico - quantistica della loro esclusione), von Neumann era particolarmente interessato al sottocaso indecomponibile (e=0,1 le uniche proiezioni che danno una decomposizione diretta) e ``finito'' (xy=1 implica yx=1 in A, ovvero P(A) modulare): von Neumann caratterizza P(A) come geometria continua con ortogonalità che permette libera mobilità e univocamente determina una probabilità di transizione; A è l'anello degli elementi limitati (sottoanello generato dalle proiezioni) dentro l'anello R associato a L=P(A). [2] Altri tipi di moduli (o oggetti abeliani) V ammettono una equivalenza come sopra, per esempio il caso di Baer - Inaba - J\'onsson / Monk dei moduli su anelli artiniani a ideali principali, caso che include i gruppi abeliani finiti e gli spazi vettoriali finito dimensionali con l'azione di una trasformazione lineare o antilineare. Se l'equivalenza per un singolo V è rara, accade invece sempre che una catagoria abeliana di vari V si ricostruisca dal reticolo associato. Il risutato finale (combinando Freyd - Mitchell per categorie abeliane e il teorema di G. Hutchinson per i reticoli) è che tre teorie in tre diversi linguaggi permettono di fare le stesse cose: (algebra lineare classica) moduli su un anello (algebra lineare moderna) categorie abeliane (geometria d'incidenza sintetica moderna) reticoli modulari con 0 in cui gli elementi sono raddoppiabili: $\forall x\exists y,z$: $x\vee y=y\vee z=z\vee x$ & $x\wedge y=y\wedge z=z\wedge x=0.$

13
Mag

Lunedì
Tiziano De Angelis (The University of Leeds)
Probabilistic results concerning smoothness of the value function and of the free boundary in optimal stopping

nel ciclo di seminari: SEMINARI DI PROBABILITÀ

seminario di probabilità

 ore 12:00
 presso Seminario I
I will present probabilistic proofs of some regularity properties for the value function of general optimal stopping problems and for the associated optimal boundaries. In particular this talk focusses on C^1 regularity of the value function and Lipschitz continuity of the optimal boundary. Most of our arguments rely on fundamental concepts from the theory of Markov processes and bridge the probabilistic and the analytical strands of the literature on free boundary problems. I will also illustrate situations in which our work improves or complements known facts from PDE theory.

13
Mag

Lunedì
Gerardo Mendoza
Topics in Gloobal Analysis - 1

nel ciclo di seminari: TOPICS IN GLOBAL ANALYSIS.

seminario interdisciplinare

 ore 14:00
 presso Aula Seminario VIII piano

14
Mag

Martedì
Luca Marchese
Approssimazioni diofantee, dimensione e formalismo termodinamico per gruppi Fuchsiani

seminario interdisciplinare

 ore 11:00
 presso Seminario II
Nella teoria classica delle approssimazioni diofantee l'insieme "Bad" è costituito dai numeri reali che sono male approssimabili dai razionali: si tratta di un insieme di misura zero e dimensione uno nella retta reale. Proprietà metriche più fini sono state studiate in dettaglio, sia nel caso classico che in varie generalizzazioni, in contesti legati alla dinamica su spazi omogenei ed altri spazi di moduli. L'insieme Bad ammette un'esaustione in sottoinsiemi Bad(c), la cui dimensione converge a 1 quando il parametro c>0 tende a zero. Nel caso classico D. Hensley ha ottenuto il primo ordine in c nello sviluppo asintotico della dimensione, attraverso un'analoga stima della dimensione dell'insieme dei numeri reali la cui frazione continua ha tutti i coefficienti parziali uniformemente limitati. Presenterò una generalizzazione della formula asintotica di Hensley nel contesto dei gruppi Fuchsiani, considerando l'insieme dei punti del bordo dello spazio iperbolico che sono male approssimabili per l'azione di un lattice non-uniforme G in PSL(2,R) ed un'esaustione di tale insieme in sottoinsiemi Bad(G,c), in termini di un parametro c>0. L'"espansione al bordo" di Bowen e Series permette di approssimare Bad(G,c) con insiemi di Cantor definiti dinamicamente, la cui dimensione può essere stimata con grande precisione tramite tecniche di formalismo termodinamico introdotte da Ruelle e Bowen. Un'analisi perturbativa del raggio spettrale dell'operatore di trasferimento fornisce la dimensione di Bad(G,c) al primo ordine in c.

15
Mag

Mercoledì
Gerardo Mendoza
Topics in Gloobal Analysis - 2

nel ciclo di seminari: TOPICS IN GLOBAL ANALYSIS.

seminario interdisciplinare

 ore 14:00
 presso Aula Seminario VIII piano

16
Mag

Giovedì
Andrea Pallavicini
Spring School in Finance 2019 on XVA modeling

nel ciclo di seminari: SEMINARI DI FINANZA MATEMATICA

seminario di probabilità

 ore 09:00
 presso Aula Tonelli

16
Mag

Giovedì
Marco Francischello
Spring School 2019 on XVA modeling

nel ciclo di seminari: SEMINARI DI FINANZA MATEMATICA

seminario di probabilità

 ore 11:00
 presso Aula Tonelli

16
Mag

Giovedì
Andrea Pallavicini
Spring School 2019 on XVA modeling

nel ciclo di seminari: SEMINARI DI FINANZA MATEMATICA

seminario di probabilità

 ore 14:00
 presso Aula Tonelli

16
Mag

Giovedì
Andrea Sacchetti
Nonlinear Schroedinger equations: theory and applications

nell'ambito della serie: TOPICS IN MATHEMATICS 2018/2019

 ore 14:30
 presso Aula Enriques
In this talk we discuss some recent results for a class of nonlinear models in Quantum Mechanics. In particular, in the first lecture we review some general results concerning the nonlinear Schroedinger equation; while in the second lecture we discuss in detail an explicit model: the one-dimensional nonlinear Schroedinger equation with a symmetric double-well potential.

16
Mag

Giovedì
Marco Francischello
Spring School 2019 on XVA modeling

nel ciclo di seminari: SEMINARI DI FINANZA MATEMATICA

seminario di probabilità

 ore 16:00
 presso Aula Tonelli

17
Mag

Venerdì
Andrea Pallavicini
Spring School 2019 on XVA modeling

nel ciclo di seminari: SEMINARI DI FINANZA MATEMATICA

seminario di probabilità

 ore 09:00
 presso Aula Tonelli

17
Mag

Venerdì
Marco Francischello
Spring School 2019 on XVA modeling

nel ciclo di seminari: SEMINARI DI FINANZA MATEMATICA

seminario di probabilità

 ore 11:00
 presso Aula Tonelli

17
Mag

Venerdì
Andrea Pallavicini
Spring School 2019 on XVA modeling

nel ciclo di seminari: SEMINARI DI FINANZA MATEMATICA

seminario di probabilità

 ore 14:00
 presso Aula Tonelli

17
Mag

Venerdì
Gerardo Mendoza
Topics in Gloobal Analysis - 3

nel ciclo di seminari: TOPICS IN GLOBAL ANALYSIS.

seminario interdisciplinare

 ore 14:00
 presso Aula Seminario VIII piano

17
Mag

Venerdì
Marco Francischello
Spring School 2019 on XVA modeling

nel ciclo di seminari: SEMINARI DI FINANZA MATEMATICA

seminario di probabilità

 ore 16:00
 presso Aula Tonelli

20
Mag

Lunedì
A. Zampini
Derivations base differential calculi on a class of Lie type non commutative spaces.

seminario di algebra e geometria

 ore 09:30
 presso Seminario I
In this talk we shall present how the embedding of 3 dimensional Lie algebras g within the 4 dimensional Moyal space allows to define a differential calculus on non commutative spaces deforming the foliation coming from the coadjoint action of g on its dual. This differential calculus has a frame, so the spaces turn to be parallelisable.

20
Mag

Lunedì
Gerardo Mendoza
Topics in Gloobal Analysis - 4

nel ciclo di seminari: TOPICS IN GLOBAL ANALYSIS.

seminario interdisciplinare

 ore 14:00
 presso Aula Seminario VIII piano

20
Mag

Lunedì
Brian Straughan
Horizontally isotropic bidispersive thermal convection

seminario di fisica matematica

 ore 15:00
 presso Seminario I
A bidispersive porous material is one which has usual pores but additionally contains a system of micro pores due to cracks or fissures in the solid skeleton. We present general equations for thermal convection in a bidispersive porous medium when the permeabilities, interaction coefficient and thermal conductivity are anisotropic but symmetric tensors. In this case, we show exchange of stabilities holds and fluid movement will commence via stationary convection, and additionally we show the global nonlinear stability threshold is the same as the linear instability one. Attention is then focused on the case where the interaction coefficient and thermal conductivity are isotropic, and the permeability is isotropic in the horizontal directions, although the permeability in the vertical direction is different. The nonlinear stability threshold is calculated in this case and numerical results are presented and discussed in detail.

22
Mag

Mercoledì
Brian Straughan
Thermal convection in double porosity media

seminario di fisica matematica

 ore 10:00
 presso Accademia delle Scienze
A bidispersive porous material is one which has usual pores but additionally contains a system of micro pores due to cracks or fissures in the solid skeleton. The linear instability and nonlinear stability thresholds for a problem of thermal convection in bidispersive porous media with a single temperature are obtained and we show that the linear instability threshold is the same as the nonlinear stability one. This means that the linear theory is able to capture completely the physics of the onset of thermal convection.

22
Mag

Mercoledì
Gerardo Mendoza
Topics in Gloobal Analysis - 5

nel ciclo di seminari: TOPICS IN GLOBAL ANALYSIS.

seminario interdisciplinare

 ore 14:00
 presso Aula Seminario VIII piano

23
Mag

Giovedì
-
-
 ore 08:00
 presso - Aula Da Stabilire -

24
Mag

Venerdì
Brian Straughan
Tridispersive thermal convection

seminario di fisica matematica

 ore 11:00
 presso Seminario I
We derive the linear instability and nonlinear stability thresholds for a problem of thermal convection in a tridispersive porous medium with a single temperature. Importantly we demonstrate that the nonlinear stability threshold is the same as the linear instability one. The significance of this is that the linear theory is capturing completely the physics of the onset of thermal convection.

24
Mag

Venerdì
Gerardo Mendoza
Topics in Gloobal Analysis - 6

nel ciclo di seminari: TOPICS IN GLOBAL ANALYSIS.

seminario interdisciplinare

 ore 14:00
 presso Aula Seminario VIII piano

28
Mag

Martedì
Brian Straughan
E-cigarette smoking with peer pressure - I

seminario di fisica matematica

 ore 15:00
 presso Seminario I
A model is presented involving non-smokers, tobacco cigarette smokers, and those who smoke electronic cigarettes. The transfer from the tobacco smoker class to the e-cigarette class is via a peer pressure term. It is shown that there are three distinct equilibria. One involves no smokers of any kind. A second has only non-smokers and smokers of tobacco cigarettes. The third has a steady state with all three categories. Conditions are derived under which each equilibrium state will be stable. Numerical simulations are given that show the convergence to steady state for the third equilibrium. Simulations are also performed for a more general model where the peer pressure term in the tobacco to e-cigarette transition involves also a conformity bias.

30
Mag

Giovedì
Brian Straughan
E-cigarette smoking with peer pressure - II

seminario di fisica matematica

 ore 15:00
 presso Seminario I
A model is presented involving non-smokers, tobacco cigarette smokers, and those who smoke electronic cigarettes. The transfer from the tobacco smoker class to the e-cigarette class is via a peer pressure term. It is shown that there are three distinct equilibria. One involves no smokers of any kind. A second has only non-smokers and smokers of tobacco cigarettes. The third has a steady state with all three categories. Conditions are derived under which each equilibrium state will be stable. Numerical simulations are given that show the convergence to steady state for the third equilibrium. Simulations are also performed for a more general model where the peer pressure term in the tobacco to e-cigarette transition involves also a conformity bias.

31
Mag

Venerdì
TBA
TBA

seminario di analisi matematica

 ore 16:00
 presso - Aula Da Stabilire -

04
Giu

Martedì
TBA
TBA

seminario di analisi matematica

 ore 16:00
 presso Aula Vitali

13
Giu

Giovedì
Juan Manfredi, Pittsburgh University
TBA (in the Workshop: Something about nonlinear problems)

seminario di analisi matematica

 ore 14:00
 presso Aula Vitali

13
Giu

Giovedì
Giovanna Citti
TBA (in the Workshop: Something about nonlinear problems)

seminario di analisi matematica

 ore 14:40
 presso Aula Vitali

13
Giu

Giovedì
Serena Dipierro, University of Western Australia
TBA (in the Workshop: Something about nonlinear problems)

seminario di analisi matematica

 ore 15:45
 presso - Aula Da Stabilire -

13
Giu

Giovedì
Giulio Tralli, Università di Padova
TBA (in the Workshop: Something about nonlinear problems)

seminario di analisi matematica

 ore 16:25
 presso Aula Vitali

13
Giu

Giovedì
Eugenio Vecchi, Università di Trento
TBA (in the Workshop: Something about nonlinear problems)

seminario di analisi matematica

 ore 17:15
 presso Aula Vitali

14
Giu

Venerdì
Eleonora Cinti
TBA (in the Workshop: Something about nonlinear problems)

seminario di analisi matematica

 ore 08:00
 presso Aula Vitali

14
Giu

Venerdì
Italo Capuzzo Dolcetta
TBA (in the Workshop: Something about nonlinear problems)

seminario di analisi matematica

 ore 09:00
 presso Aula Vitali

14
Giu

Venerdì
Enrico Valdinoci, University of Western Australia
TBA (in the Workshop: Something about nonlinear problems)

seminario di analisi matematica

 ore 09:40
 presso Aula Vitali

14
Giu

Venerdì
Andras Domokos
TBA (in the Workshop: Something about nonlinear problems)

seminario di analisi matematica

 ore 10:45
 presso Aula Vitali

14
Giu

Venerdì
Francesca Colasuonno, Università di Torino
TBA (in the Workshop: Something about nonlinear problems)

seminario di analisi matematica

 ore 12:15
 presso Aula Vitali